Microcarotaggi

VALUTAZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEL CALCESTRUZZO IN OPERA MEDIANTE MICRO- CAROTAGGIO

Il microcarotaggio permette di stimare la resistenza meccanica sottoponendo a prova un numero elevato di provini (n ≥ 12 per ogni area di prova) di ridotte dimensioni (Ø~h~28 mm). Il valore medio che si ottiene, pur con un’elevata dispersione, dei valori singoli, è una stima abbastanza affidabile della resistenza a compressione del calcestruzzo dell’area di prova. Questa tecnica è utile nei casi in cui non sia possibile prelevare carote aventi dimensioni normali (Ø ≥ 50 mm), quali ad esempio: elementi di piccolo spessore, sezioni molto armate, superfici in cui un prelievo usuale provocherebbe un danno estetico irreparabile.

Dato che l’estrazione e la lavorazione delle superfici di calcestruzzi aventi resistenza ≤ 20 MPa, è molto critica, il metodo non risulta idoneo ad indagare tali calcestruzzi.
Le operazioni d’estrazione, di lavorazione dei campioni, di esecuzione delle prove a compressione richiedono controlli accurati che devono essere effettuati da personale esperto e qualificato.

Il procedimento di prova è descritto nella norma UNI10766 “Calcestruzzo indurito – Prove di compressione su provini ricavati da microcarote per la stima delle resistenze cubiche locali del calcestruzzo in situ”.

Vedi anche: Carotaggi